sabato 29 marzo 2008

1FLT

Fisica (1 ora) - Abbiamo proseguito lo studio delle forze: scomposizione di una forza, componente di una forza espressa mediante il coseno (pag. 70 e 71).

Scienze (1 ora) - Abbiamo predisposto le esperienze per lo studio delle plastiche biodegradabili.

venerdì 28 marzo 2008

1FLT

Fisica (1 ora) - Abbiamo proseguito lo studio delle forze: rappresentazione vettoriale (direzione, verso e intensità di un vettore), somma di due forze con la stessa retta d'azione, somma di due forze con retta d'azione diversa (pag 68 e 69 del libro).

giovedì 27 marzo 2008

1FLT

Fisica (2 ore) - Abbiamo iniziato a parlare di forze. Tra i concetti principali: forze localizzate e forze ripartite, forze di contatto e forze a distanza, gli effetti delle forze (variazione del moto, deformazione o mantenimento della struttura di un corpo), la forza peso, l'unità di misura delle forze, le misure dinamiche e le misure statiche, il coefficiente di elasticità, il dinamometro, taratura e portata (da pag 62 a pag 65 del libro). La scheda del podcast si riferisce agli argomenti di questa lezione.

1FLT

Vi segnalo che ho preparato una scheda mnemonica in formato mp3 da copiare su lettore e da ascoltare nei momenti liberi (in autobus, quando guardate la televisione, quando usate i videogiochi, etc...). Il formato può essere letto sia dagli iPod che dai lettori compatibili wma. Questa prima scheda potete scaricarla a questo link. Le prossime schede saranno sempre segnalate nel blog ma potete anche riceverle con un lettore di podcast tipo juice sottoscrivendo il feed nell'icona in alto a destra .

Download Juice, the cross-platform podcast receiver

lunedì 24 marzo 2008

1FLT - spettri di emissione

Vi segnalo un video di YouTube che mostra fiamme colorate con frequenze luminose differenti ottenute spruzzando sali contententi diverse specie atomiche su una fiamma. Si tratta di una variante di una classica esperienza di laboratorio che, nel nostro istituto non è possibile eseguire per problemi di sicurezza. Le fiamme colorate danno un'idea degli spettri di emissione delle diverse sostanze. (nota: per visualizzare i video di YouTube dovete avere i controlli ActiveX attivati nel browser)

domenica 23 marzo 2008

Google Reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). In occasione delle giornate mondiali dell'acqua e delle foreste una serie di articoli a tema ecologico.

foto © Henkster from www.sxc.hu

Giornata Mondiale della Meteorologia

imageIl 23 marzo si celebra la Giornata mondiale della meteorologia per ricordare l'istituzione dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) avvenuta il 23 marzo 1950. Le celebrazioni del 23 marzo sono l'occasione per ricordare l'importanza delle scienze dell'atmosfera per le società contemporanee e future. Il clima condiziona le nostre scelte e la nostra ricchezza e la meteorologia ci aiuta a fare scelte efficaci e funzionali ai nostri progetti.

Il tema della Giornata mondiale della meteorologia 2008 è: «Osservare il nostro pianeta per un futuro migliore».

 Scarica il poster.

foto © World Meteorological Organization from www.wmo.ch

image

sabato 22 marzo 2008

Giornata Mondiale dell'Acqua

Il 22 marzo è la Giornata Mondiale dell'Acqua, istituita nel  1993 dalle Nazioni Unite per ricordare che l’acqua è un bene prezioso e scarso (oggi si parla sempre più spesso di oro blu). In molti paesi la mancanza d'acqua porta a condizioni di vita drammatiche e le riserve si vanno esaurendo anche nelle nazioni tradizionalmente ricche di acqua come l'Italia. Risparmiare nel consumo di acqua ha l'effetto ulteriore di risparmiare l'energia necessaria a depurarla e a trasportarla fino a casa nostra. Un mododivertente per ricordare le buone pratiche per limitare l'uso dell'acqua è guardare questo spot di Amref pubblicato su YouTube (richiede i controlli ActiveX attivi):

www.worldwaterday.org

venerdì 21 marzo 2008

Giornata internazionale del bosco

La Giornata Internazionale del Bosco (International forest day) cade ogni anno il 21 marzo, istituita per sensibilizzare la popolazione riguardo a boschi e foreste, alla importanza degli ecosistemi boschivi, alla gestione e cura del patrimonio forestale, al contributo di tali ecosistemi alla biodiversità e all'equilibrio climatico.

Foresta (wikipedia)

foto © G-MO from sxc.hu

lunedì 17 marzo 2008

Google Sky

Da qualche giorno è disponibile online la versione web del livello Sky di Google Earth, si chiama, ovviamente Google Sky.

image

Possiede la stessa interfaccia di navigazione di Google Maps, in alto a sinistra c'è il motore di ricerca specifico di Google Sky, che consente di cercare qualsiasi astro a partire dal nome utilizzato dagli astronomi o dal nome comune e i link alle mappe della luna e di marte. Sul lato sinistro dello schermo il navigatore, che consente di variare lo zoom verso un maggiore o minore ingrandimento. In alto a destra i diversi livelli disponibili, corrispondenti a due diverse zone dello spettro elettromagnetico: infrarosso e microonde (mentre la visione standard corrisponde alla luce visibile), c'è anche una visualizzazione che consente di sovrapporre le mappe storiche della volta celeste. E' possibile spostare la volta celeste visualizzata utilizzando il mouse, inoltre cliccando su stelle e pianeti talvolta appare un riquadro di informazioni aggiuntive in italiano. Infine in basso c'è una serie di icone a cui corrispondono livelli ulteriori di informazioni che consentono di approfondire e verificare le informazioni contenute nei libri di testo, molto bello il livello del telescopio Hubble da cui è presa l'immagine che vedete (le cosidette Galassie Antenne o M15).

domenica 16 marzo 2008

1FLT

Segnalo che è disponibile un documento google docs con i voti per gli studenti che ne hanno autorizzato la condivisione.

sabato 15 marzo 2008

1FLT

Scienze (2 ore) - Verifica di recupero di astronomia con successiva correzione della verifica.

venerdì 14 marzo 2008

1FLT

Scienze (1 ora) - Studio assistito di astronomia.

Celebrazioni: Giornata del pi greco

Il 14 marzo è celebrata in via informale come giornata del pi greco. Prendendo spunto dall'approssimazione 3,14 e dal fatto che nei paesi anglossassoni si indica il mese (3) prima del giorno (14), si è scelto questo giorno per ricordare un numero irrazionale fondamentale per lo studio della matematica. A questo si aggiunge il fatto che il 14 marzo è l'anniversario della nascita di Albert Einstain. Come curiosità segnalo che si è arrivati a calcolare circa un trilione di cifre dopo la virgola per il valore di pi greco.

giovedì 13 marzo 2008

1FLT

Fisica (1 ora) - Verifica di recupero sulla rappresentazione dei dati
Scienze (1 ora) - Studio assistito di Astronomia

Terza giornata mondiale dei poli

image

A partire dall'1 marzo 2007, l’International Council for Science e la World Meteorological Organization hanno promosso una serie di celebrazioni distribuite in 24 mesi dedicate ai Poli, alla loro scoperta, alla ricerca scientifica e all’importanza del loro ruolo per il clima della Terra e gli ecosistemi. Oggi 13 marzo 2008 cade la data di una di queste celebrazioni; in particolare si tratta della terza giornata mondiale dei poli, dedicata a:

  • i cambiamenti del pianeta,
  • passato e presente dei ghiacci,
  • clima e oceani,
  • il paleoclima,
  • la storia della terra.

Le giornate dei poli cadono vicino a solstizi e equinozi per sottolineare le variazioni del ciclo solare, che si manifestano in modo drammatico in queste regioni del pianeta.

credits: © Christian Morel from www.ipy.org

sabato 8 marzo 2008

1FLT

Scienze (1 ora) - Verifica di astronomia.
Fisica (1 ora) - Studio assistito: la rappresentazione dei dati sperimentali.

1FLT - Recupero debito in fisica

Segnalo a chi volesse conoscere i risultati in anticipo che posso comunicarli per email o attraverso google docs, in entrambi i casi dovete richiedermelo per email. Altrimenti dovrete aspettare giovedì prossimo.

venerdì 7 marzo 2008

1FLT

Fisica (1 ora) - Studio assistito: la rappresentazione dei dati sperimentali.

giovedì 6 marzo 2008

1FLT

Scienze (2 ore) - Abbiamo proseguito approfondendo gli argomenti di astronomia: la legge di gravitazione universale, il colore e la temperatura superficiale delle stelle, la realtà fisica delle costellazioni, la struttura della materia, il modello atomico, il medello che descrive l'energia elettromagnetica, la luce bianca, lo spettro continuo, l'interazione tra materia e energia, lo spettro a righe, le righe di assorbimento e di emissione, lo spettroscopio.

lunedì 3 marzo 2008

aBSURD Zone

image

SCUBA - Il cosmo tra microonde e infrarosso

Nel telescopio James Clerk Maxwell delle Hawaii è presente uno strumento chiamato SCUBA (Sub-millimetre Common User Bolometer Array), capace di rilevare fasci di luce di lunghezza d'onda inferiore al millimetro, pensato per studiare quelle zone del cosmo che allo sguardo appaiono vuote. Si tratta di uno strumento molto potente che ha consentito numerose nuove scoperte nel campo dell'astronomia. Ad esempio ha consentito di studiare le galassie più lontane che sono, come già sapete, anche le più vecchie; la maggior parte delle stelle dell'Universo primordiale sono state create proprio all'interno di queste galassie. Ha consentito di realizzare anche una nuova mappa del centro della nostra galassia: analizzando la polvere interstellare al centro della Via Lattea, gli scienziati hanno prodotto la più dettagliata descrizione del nucleo della galassia, dove si individuano enormi nubi interstellari e regioni di formazione di stelle. I dettagli senza precedenti della mappa realizzata rivelano, oltre alle dense nubi di gas, un'intricata rete di fili che le tiene legate e tutta una serie di bolle di gas. Sebbene non si sappia molto della natura di queste strutture, gli astronomi ritengono che siano state generate da violenti venti stellari, dall'accoppiamento di linee di campo magnetico e da esplosioni di supernova.

Ora le immagini catturate da SCUBA sono disponibili su Google Earth. Per visualizzarle però occorre scaricare un file aggiuntivo di tipo .kml, che si apre con Google Earth allo stesso modo in cui un file .doc si apre con Word. Questi files creano dei livelli (degli strati) di informazioni (dati, immagini, video) che si sovrappongono ai dati già presenti su Google Earth e che possono essere aperti per essere visualizzati o chiusi di volta in volta. Il livello SCUBA può essere scaricato da questo link .

L'autore del livello ne descrive le caratteristiche a questa pagina.

3 marzo - Settimana della cultura scientifica

Si svolge dal 3 al 9 marzo, organizzata da MUR e MPI, la Settimana delle Cultura scientifica e tecnologica che, per l’edizione 2008, ha come tema l’Anno internazionale polare.

Scopo della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica è di mobilitare tutte le competenze e le energie del Paese per favorire la più capillare diffusione di una solida e critica cultura tecnico-scientifica. Si tratta di un compito di importanza decisiva, non solo perché contribuisce alla crescita culturale del Paese, ma anche perché costituisce uno dei presupposti per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini, i quali sono chiamati a compiere sempre più spesso scelte (ambiente, genetica, energia, ecc.) che, per essere davvero autonome e responsabili, implicano una solida cultura scientifica di base. La Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica mira in modo del tutto particolare a favorire la partecipazione dei giovani in età scolare alle iniziative in programma. Infatti, è soprattutto ai giovani che possono essere affidate le speranze di un radicale rinnovamento e di un proficuo arricchimento della cultura di base del nostro Paese. Per questa ragione, le Settimane sono promosse nel periodo primaverile, quando si verifica la massima mobilità della scuola.

sabato 1 marzo 2008

1FLT

Fisica (2 ore) - Verifica per il recupero dei debiti del primo quadrimestre. Gli studenti che non dovevano svolgere la verifica hanno partecipato all'attività online nel sito: http://www.galaxyzoo.org.

Lo zoo delle galassie

credits: Galaxy Zoo.org

Gli studenti che oggi non devono effettuale la verifica per il debito del primo quadrimestre partecipano ad una esperienza sul web che spero, troveranno interessante. Si tratta di aiutare un gruppo di astronomi a classificare delle foto di galassie sconosciute, scoperte attraverso osservazioni recenti del cielo.
Innanzitutto andate alla pagina:
http://www.galaxyzoo.org/Register.aspx
(aprite su un'altra finesta) e registratevi inserendo i vostri dati:

image

dopo averli inseriti cliccate su image , compare una scritta che vi informa che l'iscrizione è stata completata, qui dovete cliccare sul pulsante continue

image

A questo punto si apre una finestra in cui vi viene insegnato quello che dovete fare.
Parte 1A. Innanzitutto vi viene insegnato a distinguere le galassie a spirale dalle galassie ellittiche:

image

La galassia sulla sinistra è a spirale, quella sulla destra è ellittica. Potete verificare se avete capito cliccando le immagini che visualizzate scorrendo verso il basso la finestra di galaxyZoo. Le prime sono abbastanza semplici mentre nella parte 1B ci sono degli esempi più difficili da identificare perchè si trovano di profilo, anche qui però la soluzione compare cliccando sulle immagini:

image

Nella parte 1C la difficoltà è data dal fatto che vi sono rappresentate galassie che si stanno fondendo l'una con l'altra o che sono sovrapposte. Quando nella attività di studio delle foto incontrerete due galassie che si stanno fondendo dovrete cliccare il pulsante "Mergers". Qui di seguito vedete un esempio:

image

Nella parte 1D la difficoltà è data dal fatto che le galassie sono molto distanti e quindi nella foto appaiono molto piccole. Di nuovo potete vedere la risposta cliccando sulle immagini.

image

Nella parte 2A imparate a distinguere le galassie a spirale orientate in senso orario e in senso antiorario:

image

La galassia a sinistra è orientata in senso orario (clockwise) , quella a destra in senso antiorario (anti-clockwise). Immediatamente dopo potete vedere due esempi di galassie a spirale poste di profilo, quindi alcuni esempi da cliccare.

Nella parte 3 sono riportati due oggetti particolari che non sono galassie:

image

L'oggetto rosso sulla sinistra è una stella; i quattro raggi perpendicolari tra loro sono un effetto ottico dovuto al telescopio, non fanno parte realmente della stella. L'oggetto verde sulla destra è la traccia lasciata da un satellite che si muove in linea retta e che riflette sui suoi pannelli solari la luce del sole. Il riflesso che raggiunge il telescopio in questo caso particolare lascia una traccia verde (ma può essere anche di altro colore).

Nell'ultima serie di esempi vi viene chiesto di distinguere tra galassie e oggetti estranei:

image

A questo punto cliccate sul pulsante in fondo alla pagina image, e venite inviati a un test in cui vi vengono proposti 15 oggetti da classificare:

image

Il primo oggetto che vi viene proposto è una galassia a spirale con rotazione antioraria. cliccate allora sul pulsante che rappresenta la galassia a spirale antioraria:

image

se fosse stata una galassia vista di profilo di cui non era possibile riconoscere il senso di rotazione avreste dovuto cliccare su:

image

Se fosse stata una galassia ellittica dovevate cliccare su:

image

Se si trattava di una stella o della traccia di un satellite:

image

Infine per due galassie che si fondono:

image .

Al termine del test vi viene comunicato qual'è il vostro punteggio. Io ho dato 11 risposte esatte su 15:

image

A questo punto siete diventati degli esperti! Cliccando su:

image

Potete iniziare l'esperienza vera e propria e dare il vostro contributo al progresso dell'astronomia. Su tutte le pagine che vi vengono proposte è riportato il codice identificativo del corpo celeste rappresentato image

image

Vi ricordo le regole già esposte la scorsa settimana:

1) Se avete necessità di aiuto dovete rivolgervi agli altri gruppi di lavoro.
2) E' importante che chi fa questa esperienza non disturbi i compagni che stanno svolgendo la verifica di fisica.
Se il gruppo di lavoro è in disaccordo cercate di raggiungere una opinione condivisa confrontando le rispettive opinioni. Tenete presente che anche gli scienziati quando lavorano in gruppo possono trovarsi in disaccordo ma confrontando serenamente le opinioni e utilizzando il ragionamento arrivano ad una rappresentazione condivisa della realtà.

Se questa cosa non vi piace nel computer dovrebbe esserci anche Google Earth, potete provare a vedere se riuscite a farlo funzionare. Cliccando su Passa a cielo:

image

Vi spostate dalla rappresentazione della terra a quella del cosmo, qui potete provare a cercare alpha centauri, la stella più vicina al sole:

image

oppure spuntate il nostro sistema solare nella finestra livelli:

image

fate doppio clic sulla scritta "il nostro sistema solare"di fianco alla casella di spunta e vedrete i pianeti del sistema solare sul cielo di google earth, seguendo le istruzioni che compaiono sulle mappe potreste anche scoprire come farli muovere sulle loro orbite.

Quando trovate qualcosa che vi interessa provate a fare doppio clic sull'oggetto, potrebbe aprirsi una scheda di informazioni.