sabato 22 dicembre 2007

Google Reader

image Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi numerosi post relativi a salute e alimentazione.

martedì 18 dicembre 2007

Google Reader

image

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi quindici post dedicati all'ambiente.

sabato 15 dicembre 2007

Google Reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi numerosi post (20) sui più classici argomenti di scienze: biologia, chimica e geologia...

 

Terzo Pianeta

AL sabato sera RAI TRE trasmette il programma di divulgazione scientifica, condotto da Mario Tozzi, Terzo Pianeta. La puntata di stasera si intitola: "Acqua, risorsa finita".

Educational use - credits: (c) Ian Britton - FreeFoto.com

Il sito della RAI introduce la puntata con queste parole:
"Quanto conviene far arrivare bottiglie d’acqua nei negozi dall'altro capo del mondo, mentre le falde del nostro paese sono sfruttate intensivamente e i fiumi inquinati e a quanto ammontano i costi delle monumentali opere d'ingegneria realizzate sui grandi bacini del pianeta? E infine, l'acqua è una risorsa destinata a finire?
Insieme ai suoi collaboratori, un gruppo di giovani archeologi, biologi, storici e antropologi, Mario Tozzi si sposta con la redazione mobile in un viaggio a tappe nei luoghi della città Regina delle Acque, Roma. Spostandosi tra le fontane papali e le fonti antiche e preziose, lo staff di Terzo Pianeta ha saggiato il gusto delle persone in fatto di acqua, attraverso un singolare blind test con risultati davvero sorprendenti: di fronte ad una ricca selezione di acque minerali tra le migliori del mondo, molti degli intervistati hanno scelto, senza saperlo, l’acqua di Roma, comunissima acqua di rubinetto che ha conquistato il secondo posto nelle preferenze.
Da Roma ci si sposta in Egitto, sulla diga voluta da Nasser per lanciare lo sviluppo del paese delle Piramidi. Si cercherà di capire, a distanza di trent’ anni, se questa costruzione è stata una soluzione efficace, quali conseguenze ha avuto sull’ecosistema del fiume e quante altre dighe nel mondo rischiano di avere un impatto sociale e ambientale insostenibile.
Terzo Pianeta si muove poi verso l'Asia, dove la raccolta di acqua potabile è una battaglia giornaliera, in particolare in India, dove le falde sono già a rischio esaurimento. Anche in America, poi, intere popolazioni sono prive dei più elementari servizi igienici.
Le telecamere di Terzo Pianeta si trasferiscono poi nel cuore dell’Europa, sul Danubio, dove sono ancora in funzione le più belle terme del mondo e l'acqua è, da sempre, una risorsa di cura e bellezza, per comprendere com'è cambiato il nostro rapporto con questo bene inestimabile, quanta acqua viene realmente consumata e per quanto tempo ancora si avrà la possibilità di sprecarla."

www.terzopianeta.rai.it In onda sabato 15 dicembre 2007 alle 21.30

image

venerdì 14 dicembre 2007

Esercizi di astronomia

image Vi segnalo una serie di pubblicazioni contententi esercizi di astronomia per studenti delle scuole superiori basati su osservazioni realizzate con il telescopio spaziale Hubble NASA/ESA ed i telescopi dell'ESO. Tra le attività proposte la misura della distanza della supernova 1987A.

Le dispense (6 files PDF) con i vari esercizi in italiano possono essere scaricate a questa pagina:

http://www.spacetelescope.org/bin/edumaterials.pl?viewtype=&searchtype=&string=&from=41

La versione stampata (in italiano) può essere ordinata gratuitamente dalle scuole a questa pagina assieme ad adesivi, posters, libri, CD e DVD (sempre gratuiti ma in inglese).

 

image

mercoledì 12 dicembre 2007

Google Reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi numerosi post sull'ambiente e qualche post sulla scuola dai giorni precedenti.

lunedì 10 dicembre 2007

Anno Internazionale dei Diritti Umani

In coincidenza con la Giornata Internazionale dei Diritti Umani inizia un anno dedicato alla celebrazione di tali diritti.

image Il 10 dicembre celebra l'adozione avvenuta nel 1948, da parte dell'assemblea delle Nazioni Unite, della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, ove si afferma che "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti" (art. 1).

Vi si proclama tra l'altro, il diritto alla vita, alla libertà e sicurezza individuali, ad un trattamento di uguaglianza dinanzi alla legge, senza discriminazioni di sorta, ad un processo imparziale e pubblico, ad essere ritenuti innocenti fino a prova contraria, alla libertà di movimento, pensiero, coscienza e fede, alla libertà di opinione, di espressione e di associazione.

L'anno celebrativo è stato istituito col fine di aumentare nel mondo la conoscenza e la comprensione dell'importanza di tali diritti. Il tema con cui verrà proposto è "dignità e giustizia per tutti noi" ed esprime l'idea che l'intrinseca dignità e gli uguali diritti di ogni individuo sono il fondamento della libertà e della pace. La campagna terminerà con la celebrazione del 10 Dicembre 2008.

Il testo della dichiarazione.

mercoledì 5 dicembre 2007

Atlante di istologia

Vi segnalo l'atlante di istologia umana del College of Medicine della University of Illinois at Urbana-Champaign. E' composto da più di 250 immagini interattive, al passaggio del mouse sopra l'immagine vengono evidenziate le parti significative, cliccando sulle parti evidenziate si apre una scheda con i dettagli o un file sonoro fornisce la pronuncia corretta del nome in inglese.

http://www.med.uiuc.edu/histo/medium/atlas/slidesa.htm

martedì 4 dicembre 2007

L'ONU e l'ambiente


In occasione della conferenza di Bali sui cambiamenti climatici (3 - 14 dicembre 2007) voglio segnalarvi alcune delle pubblicazioni dell'ONU dedicate all'ambiente:

Mappe e grafici. L'ONU ha pubblicato nel tempo numerose mappe della situazione ambientale del pianeta, emissioni di gas serra, situazione delle acque, montagne e foreste,...
image
Le mappe sono disponibili in rete su diversi siti a cui si può accedere globalmente da questa pagina:
http://www.unep.org/science/maps/index.asp

Posters. Sono disponibili poster molto belli che riassumono in un'unica immagine situazioni particolari (la coltivazione del deserto, il consumo di energia per l'illuminazione notturna, le megalopoli del mondo,...).

image

Possono essere scaricati a questa pagina:
http://www.na.unep.net/OnePlanetManyPeople/posters.html
mentre alcuni sono disponibili a quest'altra pagina:
http://www.unep.org/Themes/climatechange/bali/multimedia.asp#posters

Riviste. L'ONU pubblica due riviste dedicate all'ambiente, la più nota è OUR PLANET Magazine, dedicata agli aspetti scientifici, tecnici, economici e sociali delle problematiche ambientali.

image 
Mentre la versione cartacea viene venduta a 5$, la versione in PDF è gratuita e può essere scaricata in inglese, francese o spagnolo periodicamente a questa pagina:
http://www.unep.org/Publications/Our_Planet.asp
image

Un'altra rivista interessante è TUNZA, che tratta tematiche ambientali rivolgendosi però ai giovani. Dispone di un sito dedicato in cui sono raccolte numerose risorse, tra queste anche tutti i numeri pubblicati in versione PDF.

image

L'ultimo numero, assieme agli arretrati, può essere scaricato in inglese a questa pagina:
http://www.unep.org/Publications/Tunza.asp

 Rapporti annuali. Annualmente lo UNEP che è l'organismo dell'ONU dedicato ai problemi dell'ambiente redige un rapporto che riassume le iniziative dell'anno precedente.

image 
I rapporti possono essere scaricati a questa pagina:
http://www.unep.org/publications/Annual_Reports.asp

Atlanti. L'ONU provvede a realizzare numerosi atlanti e pubblicazioni istituzionali con immagini e informazioni approfondite e affidabili. Di seguito ne riporto alcuni tra quelli disponibili gratuitamente in rete. Cliccando sull'immagine venite indirizzati alla pagina dove è possibile scaricare l'intero documento o i suoi capitoli come files singoli:


Atlas of Our Changing Environment.


Geo Year Book 2007.


Climate Action.


Analysing our Energy Future.

image
Atlas of population and environment (realizzato in realtà dall'American Association for Advancement of Science ma riportato tra i links del sito dell'UNEP).

image


 

lunedì 3 dicembre 2007

Google Reader

imageSegnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi post su vari argomenti, da segnalare quelli sulla United Nations Climate Change Conference che inizia oggi e si conclude il 14 dicembre.

venerdì 30 novembre 2007

Direttiva sulle registrazioni digitali a scuola

photo credits: Paul Davey aka Mattahan.  Chiunque diffonda immagini prelevate a scuola senza autorizzazione, contenenti dati personali altrui (tramite internet, o mms) rischia molto: multe da 3 a 18 mila euro, o, nei casi più gravi, da 5 a 30 mila euro che possono essere comminate dall'autorità garante della privacy. A queste sanzioni si aggiungono quelle disciplinari decise dalla scuola. E' quanto viene chiarito con la Direttiva 104/07 del Ministero delle Pubblica Istruzione scritta con il parere favorevole del Garante della privacy.
La direttiva spiega che le multe vengono comminate dal Garante, mentre le scuole devono stabilire nei regolamenti di istituto se vietare o sottoporre a limitazioni l'utilizzo di registrazioni digitali all'interno dei locali scolastici.

Audioambiente

image

La rete televisiva AllMusic e il Ministero per l'Ambiente hanno realizzato in collaborazione un programma di quattro puntate dedicato a musica e ambiente. Condotto dal gruppo teatrale "I pali e dispari" (Carmelo La Rocca, Oscar Colombo), prevede l'incontro con quattro gruppi emergenti dell'hip hop italiano ai quali viene richiesto di realizzare un brano musicale che dovrà trattare tematiche legate all'ambiente e allo sviluppo sostenibile. Le puntate si sviluppano sulla traccia di un reality show centrato sull'ecosostenibilità.

All Music - martedì, h. 21.30 - sabato h. 15.00 (r).

mercoledì 28 novembre 2007

1° Concorso Nazionale "A Scuola di Scienza"

La cultura scientifica risulta essere poco diffusa nella comunità scolastica, tanto da provocare negli studenti delle scuole di ogni ordine e grado sentimenti negativi verso le materie scientifiche che vengono affrontate con preoccupazione. In questo contesto di deficit culturale i giovani rischiano di allontanarsi sempre più da questo universo e, dunque, per questo la comunità scolastica deve assumersi il compito di valorizzare tali insegnamenti in un ottica innovativa: si sente la necessità di recuperare la valenza pratica degli insegnamenti scientifici, sfruttare le possibilità offerte dai laboratori che permettono agli studenti di mettere in pratica gli insegnamenti teorici. L’esperienza scientifica a livello pratico ha numerose potenzialità e ad oggi risulta essere il metodo più adeguato per riavvicinare le nuove generazioni.

 image

Il Ministero della Pubblica Istruzione indice pertanto la prima edizione del concorso “A scuola di scienza” volto a contribuire alla diffusione della cultura scientifica e tecnologica. In questo contesto verranno premiati i lavori che risulteranno essere il frutto di un’esperienza diretta, pratica e quindi di laboratorio. Per partecipare al concorso è necessario elaborare un’idea nel campo delle scienze, che sia frutto di lavoro pratico, nonché originale, di studenti singoli o in gruppo. Ciascuna istituzione scolastica potrà presentare studi e progetti frutto di una pratica di laboratorio, effettivamente realizzata, nel campo delle scienze della terra, della chimica, della fisica, delle scienze biologiche, delle scienze ambientali, dell’elettronica e dell’informatica ma non più di un lavoro per ognuna delle tipologie previste. I lavori possono consistere in una di queste tipologie o in una combinazione tra di esse:

  • Documenti: non più di dieci cartelle dattiloscritte, con al massimo 10 pagine di eventuali grafici, foto, illustrazioni;
  • Documenti ipertestuali: le dimensioni non dovranno superare i 250 Megabyte a meno che il comitato di Direzione dia specifiche indicazioni a superare tale dimensione;
  • Immagini;
  • Demo e presentazione, applicazioni (ad esempio un lavoro multimediale per non vedenti, un software utilizzabile da persone disabili);
  • Strumenti;
  • Manufatti;
  • Animazione e filmati su supporto multimediale;
  • Altre tipologie che dovranno essere specificate al momento dell’adesione.

I lavori dovranno essere accompagnati da una scheda tecnica illustrativa in cui si evidenzi il percorso di progettazione seguito, le metodologie di studio/lavoro adottate e, in particolare, la documentazione comprovante l’effettiva realizzazione dell’esperienza di laboratorio. I lavori dovranno pervenire entro il 30 aprile, le opere premiate saranno quelle che risulteranno particolarmente innovative e che, sin dalla fase di progettazione, abbiano messo in risalto la scelta del metodo di studio/lavoro evidenziato in premessa. [Informazioni]

Google Reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi moltissimi post (36!) sugli argomenti più vari.

martedì 27 novembre 2007

Cosa sono i feed RSS?

capire_gli_RSS

Segnalo un utile articolo che spiega in termini semplici come utilizzare i feed RSS. Si tratta di uno strumento molto utile per chi cerca informazioni in internet dato che consente di raggruppare solo ciò che interessa in un'unica pagina o in un programma simile ai programmi per la posta. In questo modo si risparmia tempo e si riduce l'occupazione di banda in rete.

L'articolo è stato pubblicato sul blog Robin Good - Masternewmedia e lo trovate a questo collegamento.

Scheletri interattivi

image

The e-scheletons project è un sito che rende disponibili 12 scheletri interattivi di primati in 2-D e 3-D, a colori, per effettuare studi di anatomia comparata. La pagina iniziale presenta un menù sulla sinistra che consente di selezionare lo scheletro. image

Una volta selezionato, questo si aprirà in una nuova finestra, chiedendo di selezionare l'osso che si desidera studiare. Con i browser più recenti è possibile affiancare due distinte finestre, è quindi possibile studiare strutture con funzioni analoghe in due specie distinte affiancando le due finestre. Tra le risorse disponibili anche modelli delle singole ossa che possono essere ruotati nello spazio e filmati di approfondimento oltre ad alcune risorse didattiche. Il sito può essere scaricato per visualizzarlo off-line o per salvarlo su chiavetta USB. Sono disponibili due versioni distinte, una più pesante con tutti i filmati (500 Mb) e una più leggera priva delle animazioni 3D (76 Mb).

image

Versione scaricabile completa (500 Mb);

Versione scaricabile semplificata (76 Mb).

Il materiale è distribuito con licenza Creative Commons

Biomi antropogenici

Un bioma è un insieme di associazioni vegetali, animali e di microorganismi che caratterizzano un certo ambiente. I biomi antropogenici sono i biomi creati dall'uomo come le terre coltivate, le città, i villaggi, i parchi naturali. Ad oggi i biomi antropogenici ricoprono i tre quarti delle terre emerse.
E' disponibile un nuovo livello di Google Earth che descrive e consente di visualizzare questo tipo di biomi:
E' disponibile anche una mappa stampabile iadatta per realizzare un poster (75x120cm) che può essere stampata in copisteria o dal fotografo o ridotto all'area della stampante con AdobeReader. image
La mappa è resa disponibile da "the Encyclopedia of Earth" sotto licenza Creative Commons.
Scarica:     Mappa per poster
               





image

lunedì 26 novembre 2007

Un microscopio nel tuo computer

La NASA nel suo progetto di laboratorio virtuale ha realizzato un vero e proprio microscopio elettronico in versione software che può essere scaricato gratuitamente dal web. Dall'interfaccia del programma è possibile variare i dati di osservazione del "vetrino elettronico". E' possibile variare il punto di osservazione, variare gli ingrandimenti, aumentare la luminosità o il contrasto, variare il fuoco, misurare sullo schermo caratteristiche dell'oggetto osservato e aggiungere annotazioni.

Il programma (135 Mb) può essere scaricato a questa pagina:

http://virtual.itg.uiuc.edu/downloads/#tools

Attenzione però, devono essere scaricati anche i "vetrini virtuali": ce ne sono disponibili circa 90 che però misurano mediamente 700 Mb ciascuno, indispensabile pertanto l'ADSL o l'intervento della scuola.

Alcuni esempi:

image

 

sabato 24 novembre 2007

Google reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi una serie di articoli dedicati alla crisi enrgetica, interessanti per le seconde dove abbiamo appena visto An Inconvenient Truth e per le quinte dove abbiamo studiato i processi di formazione dei combustibili fossili.

Buon tempo a tutti.

5^F

Laboratorio: studio di campioni di minerali e rocce.

3^F

Abbiamo visto l'esperienza di Morgan per l'identificazione dei geni legati ai cromosomi sessuali.

2^F

Abbiamo visionato il documentario del premio Nobel Al Gore: "An Inconvenient Truth".

3^E

Abbiamo introdotto il processo di meiosi. Concetti importanti: la differenza tra riproduzione sessuata e asessuata. Le fasi della riproduzione sessuata, la meiosi, alleli e cromosomi, organismi diploidi, cromosomi coniugati, gli stadi della meiosi, il crossing-over.

venerdì 23 novembre 2007

4^E

Correzione della verifica scritta.

3^F

Abbiamo iniziato il capitolo su cromosomi e genetica umana. Tra i concetti importanti: autosomi, cariotipo, sviluppo sessuale, determinazione del cariotipo. Studiate da pag. 20 a pag. 24 vol. 2°.

2^E

Abbiamo visionato il documentario del premio Nobel Al Gore: "An Inconvenient Truth".

4^F

Esperienza di laboratorio. L'esperienza consisteva in:

  1. Sintetizzare l'acetato di sodio a partire da acido acetico e bicarbonato di sodio.
  2. Misurare il volume di anidride carbonica sviluppata e verificare se la quantità prodotta coincideva con quella stimabile a partire dal volume di una mole di gas perfetto a 0°C e una atmosfera (ovvero 22,4 litri).
  3. Stimare le cause di errore che hanno portato ad un risultato diverso.
  4. Misurare la quantità di acetato di sodio prodotta e verificare la legge di lavoisier.
  5. Preparare una soluzione sovrasatura a partire dall'acetato di sodio e verificare se aggiungendo dei nuclei di cristallizzazione la soluzione sovrasatura crislallizza liberando calore (calore latente).

Mappe vuote da scaricare

image  Se avete necessità di una mappa vuota per le vostre ricerche scolastiche esiste un nuovo servizio che mette a disposizione mappe con licenza Creative Commons 3.0 (ovvero potete utilizzare e modificare liberamente le mappe purchè indichiate nei vostri lavori l'autore originale. Il sito che offre questo servizio si chiama Freemaps.

 

E' possibile:

Scegliere la piantina e ingrandire la zona desiderata;
Scegliere uno o più colori per evidenziare aree di interesse;
Scaricare la mappa personalizzata e salvarla o stamparla.

Sito web: http://english.freemap.jp/

image

Camtasia 3.1 gratuito

image Vi segnalo la possibilità di scaricare un software precedentemente a pagamento in modo gratuito. Si tratta di Camtasia, un prodotto (forse il migliore) molto utile in ambito scolastico dato che consente di realizzare brevi presentazioni di schermate video con notevole facilità. Vi riporto la notizia tratta da Googlisti.com:

"Per chi non lo sapesse, Camtasia è un ottimo software per la realizzazione di screencast, montaggio video e mini-tutorial -solo per Windows :(, dalla fase di registrazione del monitor fino alla postproduzione e conversione del file.

Arrivato già alla versione 5 (che costa circa 300 dollari), un’astuta iniziativa commerciale prevede ora il download gratuito della versione 3. Ad ogni modo, è sufficiente seguire le istruzioni suggerite da Digital Inspiration: scaricare la Demo di Camtasia Studio 3.1.3 e poi richiedere una chiave di registrazione da Techsmith in modo tale da convertire la demo in una versione con licenza.

image

Una volta avviata l’installazione del programma, inserite il codice che vi è stato inviato sull’email ed il gioco è fatto".

giovedì 22 novembre 2007

Per tutti

Segnalo che nelle cartelline delle diverse classi sono disponibili copie delle verifiche scritte svolte i giorni scorsi in formato pdf.

Google reader

Segnalo che i link in Google Reader sono nuovamente aggiornati (dalla finestra sulla colonna a sinistra cliccate su Read more...). Oggi una serie di articoli dedicati alla salute, nei giorni scorsi alcuni articoli sulla scuola.

mercoledì 21 novembre 2007

4^F

Correzione della verifica scritta.

3^E

Correzione dei problemi della verifica scritta e registrazione dei voti nei libretti personali.

5^E

Abbiamo concluso la descrizione delle rocce con i processi sedimentario e metamorfico: fasi del processo sedimentario, struttura e caratteristiche delle rocce sedimentarie, classificazione delle rocce sedimentarie, arenarie, evaporiti, calcari, dolomie, combustibili fossili, cause del metamorfismo, tipi di metamorfismo, struttura e composizione delle rocce metamorfiche, argilloscisti, marmi, ciclo delle rocce.

5^F

Abbiamo concluso la descrizione delle rocce con i processi sedimentario e metamorfico: fasi del processo sedimentario, struttura e caratteristiche delle rocce sedimentarie, classificazione delle rocce sedimentarie, arenarie, evaporiti, calcari, dolomie, combustibili fossili, cause del metamorfismo, tipi di metamorfismo, struttura e composizione delle rocce metamorfiche, argilloscisti, marmi, ciclo delle rocce.

martedì 20 novembre 2007

2^F

Correzione della verifica scritta.

classi quarte

Oggi verifiche scritte.
Queste le risposte:

image